sabato 10 settembre 2016

Essediquadro e le risorse digitali per l'apprendimento (con un confronto Italia - Francia)


Link

Essediquadro è "il servizio per la documentazione e l'orientamento sul software didattico e altre risorse digitali per l'apprendimento, realizzato dall'Istituto Tecnologie Didattiche del Consiglio Nazionale delle Ricerche, in collaborazione con MIUR e INDIRE".

Dato che ieri mi sono occupato di un analogo strumento messo a disposizione degli insegnanti francesi da parte del rispettivo Ministero, ho voluto tentare un confronto.

Domanda:

Delle 1674 risorse inserite nella banca dati italiana, quante e quali riguardano il livello scolare e una delle discipline di mia competenza (italiano nel triennio)?

Risposta:

Inserendo tre filtri "livello scolare: secondaria di secondo grado - materia: educazione linguistica italiano [non c'è letteratura] - argomento: letteratura", il risultato è 3 risorse: Millelibri, "una raccolta di capolavori della letteratura in formato elettronico"; Vico su CD Rom; NAR Il filo del racconto, "un portale di narrativa [...] consultabile gratuitamente".

Fonte

Cliccando sui nomi delle tre risorse, si viene indirizzati alle rispettive schede, dalle quali apprendiamo che la prima risorsa costa 50 euro (2014) ed è consultabile presso la biblioteca dell'ITD-CNR di Genova; la seconda risorsa è una collana di CD Rom; la terza scheda segnala un portale con materiali "per una didattica leggera", più adatti al biennio che al triennio [ad esempio: schemi per l'analisi e strumenti per acquisire le competenze di base, come scrivere la relazione di un libro].

Commento:

Il lavoro da fare per aggiornare la banca dati è ancora molto.

Spiace dirlo, ma allo stato attuale il servizio non sembra di grande aiuto.

Non mi trovo pertanto d'accordo con il giudizio complessivamente lusinghiero che formula Francesca Palareti in un articolo apparso su "Bricks" l'11 giugno 2016.

Un confronto con la banca dati francese Éduthèque parla da solo.

Un suggerimento: in Francia il Ministero dell'Educazione è riuscito a coinvolgere nella raccolta dati le grandi istituzioni culturali: musei, biblioteche, fondazioni, eccetera. Ecco perché le risorse concretamente utilizzabili in classe sono di altissima qualità.

Facciamo un esempio a caso, per calarci nel concreto della didattica: quello di un insegnante francese che cerchi risorse digitali su Luigi XIV, al fine di arricchire la propria lezione. Ecco che un partner del portale Éduthèquela reggia di Versailles, viene in aiuto proponendo materiali specifici.

Fonte

Per concludere, consigliamo la visione di due filmati.

- Il primo è la registrazione di un webinar in cui Lucia Ferlino illustrava nel 2014 il nuovo portale Essediquadro.





- Nel secondo un insegnante di lettere, Pierre Estrate, nella primavera del 2014 illustrava i vantaggi del portale Éduthèque nella pratica quotidiana (preparazione delle lezioni e attività in classe). Si intuisce che gli eccellenti materiali messi a disposizione da grandi istituzioni culturali come il Louvre, la Biblioteca Nazionale di Francia, la Città della Musica possano arricchire le lezioni elevandone il livello qualitativo.




Nessun commento: