venerdì 13 febbraio 2015

Louis de Boulogne: Rinaldo e Armida


Louis de Boulogne il giovane dipinse nel 1704 un quadro ispirato alla Gerusalemme liberata e, in particolare, alla coppia Rinaldo e Armida. Il quadro fu esposto al Salon de l'Académie Royale des beaux-arts, che quell'anno si tenne alla Grande Galleria del Louvre (si veda la Collection des livrets des anciennes expositions depuis 1673 jusqu'en 1800, sfogliabile online grazie a Open Library, p. 10 della raccolta [n15], con l'elenco dei "livrets", e p. 26 del "livret" del 1704 [n93], con la citazione del quadro).

Fonte
Un arazzo del Settecento, della manifattura Gobelins, è stato venduto dalla casa d'aste Sothebys.

Fonte
Nelle note che accompagnano il lotto si legge che il dipinto Rinaldo e Armida di Louis de Boulogne fu esposto al Salone del 1704 e che il soggetto sarebbe lo stesso anno stato adattato a un cartone dalla manifattura Gobelins e incluso in una serie di dodici, intitolata Le Metamorfosi di Ovidio. Un set di sette arazzi di questa serie, incluso quello di Rinaldo e Armida, fu tessuto per Luigi XV tra il 1715 e il 1720.

La nota, come di consueto per le case d'asta di una certa importanza, comprende una bibliografia, che nel caso in questione è la seguente:
Heinrich Göbel, Wandteppiche, I, vol. II, Leipzig, 1928, pp. 170-172, pl. 158;
Maurice Fenaille, Etat Général des Tapisseries de la Manufacture des Gobelins, Paris, 1904, vol. III, no. VI, pp. 121-1312;
Edith A. Standen, "Ovid's Metamorphoses: A Gobelins Tapestry Series", Metropolitan Museum Journal, vol. 23, 1988, pp. 149-191.

Nella galleria fotografica proposta da Artnet (fonte della prima immagine) compare anche un quadro della cerchia del pittore:

Fonte



Nessun commento: