mercoledì 17 dicembre 2014

Joseph Führich e Tasso / I Nazareni e la letteratura italiana


Presso il Museo Salm di Praga si tiene una mostra su Joseph Führich.

L'artista, nato in Boemia nel 1800, trascorse due anni a Roma (dal 1827 al 1829), frequentando il gruppo di pittori tedeschi chiamati Nazareni. Führich ebbe l'opportunità di collaborare alla loro più importante commissione: la decorazione del cosiddetto Casino Massimo, la villa che Carlo Massimo aveva acquistato dai Giustiniani. Führich completò la stanza su Tasso, affidata inizialmente a Johann Friedrich Overbeck, e creò tre affreschi su motivi della Gerusalemme liberata.

In mostra vi sono due lavori del 1828, collegati al grande progetto: un acquerello per l'affresco Rinaldo e Armida nella foresta incantata (di proprietà della Galleria Nazionale di Praga)






e uno studio per l'affresco Pietro d'Amiens [Pietro l'Eremita] e Goffredo di Buglione depongono le loro armi sul Santo sepolcro a Gerusalemme (appartenente alla Galleria della Boemia occidentale di Pilsen [Západočeská Galerie v Plzni]).













In mostra non vi sono invece opere relative al terzo affresco, documentato invece sul catalogo della mostra.


---

Cenni sulla decorazione della Villa (o Casino) Giustiniani Massimo Lancellotti a Roma.

La Villa, costruita nel XVII secolo per il marchese Vincenzo Giustiniani, fu venduta inizialmente ai Massimo e successivamente ai Lancellotti. Dopo la seconda guerra mondiale l'edificio divenne la sede della Delegazione per l'Italia della  Custodia di Terra Santa.
Gli affreschi più noti della Villa sono quelli delle tre stanze del pianterreno decorate dai Nazareni e dedicate a Dante, Ariosto e Tasso. Il progetto di una quarta stanza, con temi tratti dalle opere di Petrarca, non fu mai realizzato.

La stanza di Dante, inizialmente affidata a Peter von Cornelius, venne poi affrescata da Philipp Veit e Joseph Anton Koch. Al primo si deve la decorazione del soffitto, con la rappresentazione del Paradiso; al secondo quella delle pareti, con episodi dell'Inferno e del Purgatorio.

Fonte

Fonte e descrizione

La stanza di Ariosto fu realizzata da Julius Schnorr von Carolsfeld.

Fonte

La stanza di Tasso fu iniziata da Johann Friedrich Overbeck, il quale abbandonò il progetto alla morte di Carlo Massimo. Fu completata appunto da Joseph Führich.

Video:




Bibliografia:

Monica Minati, Il Casino Giustiniani Massimo al Laterano, Edizioni Terra Santa 2014 [scheda]

Nessun commento: