martedì 9 settembre 2014

La nuova maturità del Ministro Giannini




In una intervista esclusiva a "Scuola 24" il ministro Stefania Giannini anticipa alcune novità che dovrebbero modificare l'esame di stato conclusivo del ciclo di studi superiori, già a partire dall'anno scolastico 2014/2015.

Per quanto riguarda la prima prova scritta, ci sarà ancora il saggio breve; viceversa il ministro giudica "il cosiddetto tema di storia o di letteratura (...) sempre meno adeguato alle scelte dello studente".

Condividiamo la necessità di introdurre migliorie; ci auguriamo però che docenti e studenti conoscano al più presto le modifiche certe, dato che in linea di principio non si dovrebbero mai cambiare le carte in tavola a gioco iniziato. La programmazione delle attività didattiche, che gli insegnanti stendono all'inizio dell'anno, deve tener conto di eventuali novità; i ragazzi devono poter conoscere con largo anticipo le richieste e potersi esercitare a lungo su ipotetiche nuove tipologie testuali.

Nessun commento: