martedì 29 luglio 2014

Anselm Feuerbach e la letteratura italiana (2): Laura nella chiesa di Santa Chiara a Avignone


Una seconda tela di Anselm Feuerbach, conservata dalla Sammlung Schack di Monaco, si intitola Laura nella chiesa e risale al 1865.

L'artista coglie il momento in cui, il 6 aprile 1327, Francesco Petrarca vide una donna -tradizionalmente identificata con la moglie di Ugo de Sade, Laura de Noves- nella chiesa di Santa Chiara a Avignone. Si innamorò perdutamente di lei e la cantò per tutta la vita nelle sue poesie.

Mille trecento ventisette, a punto
su l'ora prima, il dì sesto d'aprile,
nel laberinto intrai, né veggio ond'esca.

Canzoniere, CCXI, vv. 12-14 [Testo online]

Feuerbach presenta Laura in ginocchio davanti all'altare, mentre un sacerdote sta celebrando una messa. Attorno a lei vi sono altri fedeli: altre donne più vicine alla cappella; un uomo e una coppia più arretrati. Il poeta osserva la donna amata dietro una colonna.





In questa, come in altre tele del pittore, vengono ripresi (nelle vesti, nelle pose dei personaggi e nell'ambientazione generale) dei moduli tipici della tradizione pittorica italiana.
La chiesa di Santa Chiara era scomparsa nell'Ottocento e non vi è alcuna ragione di ipotizzare una fedeltà al reale.

Fonte


---

Altri quadri sullo stesso soggetto:


Josef Mánes (1820-1871), Incontro fra Petrarca e Laura ad Avignone nel 1327 (1845-46) [titolo originale: Setkání Petrarky s Laurou v Avignonu roku 1327], Praga, Národní Galerie {Su questa opera, che a nostro avviso potrebbe essere la fonte della tela di Feuerbach, rinviamo a un altro post, di prossima pubblicazione}:



Marie Spartali Stillman (1844-1927), Il primo incontro di Petrarca e Laura nella Chiesa di Santa Chiara [Titolo originale: The First meeting of Petrarch and Laura] (1889):

Acquerello [Fonte]
William Cave Thomas (1820-1906), Il primo sguardo di Petrarca a Laura [Petrarch's First Sight of Laura] (1884):

Particolare [Fonte]

In alcune stampe [The first interview of Petrarch and Laura] la donna appare vestita come una sposa; il poeta, invece, pare più un nobile abbigliato alla moda. La chiesa in cui si sarebbero incontrati per la prima volta e dei frati sono sullo sfondo.

Fonte

Fonte

Attività didattiche:

- Individua gli elementi che compaiono in tutte le rappresentazioni.
- Confronta le varie opere e, in particolare, l'abbigliamento dei personaggi, i loro gesti, l'ambientazione.
- Quali elementi caratterizzano il poeta? quali derivano dalla iconografia tradizionale?
- Quali invece caratterizzano Laura?
- Laura viene presentata come una donna estremamente religiosa: è in ginocchio davanti a un altare o sta dando un'elemosina ai poveri. Nelle stampe potrebbe sembrare addirittura la sposa di Petrarca, piuttosto che la moglie di un altro. Cerca di spiegare queste scelte.

Nessun commento: