lunedì 20 febbraio 2012

Un codice dei "Trionfi" di Petrarca

In occasione del Trecentenario della fondazione, la Biblioteca Nazionale di Spagna organizza dal 13 dic. 2011 al 15 apr. 2012 una splendida mostra dei suoi tesori. Tra questi vi è una edizione dei Trionfi di Petrarca. Scaricando l'applicazione per iPad dalla pagina relativa alla Mostra virtuale, è possibile leggere una scheda di presentazione e vedere 5 illustrazioni del codice [andare all'esempio 10 della sezione "50 Piezas"].

Le misure del bellissimo codice Vitr/22/4 sono minuscole: 12 x 8 cm.

Nella scheda, curata da Elisa Ruiz García, si legge che lo stesso Petrarca si sarebbe compiaciuto di questo manoscritto, in quanto incarna il modello di libro da lui auspicato in molte lettere, e più precisamente in quella a Luigi Marsili del 1374, anno della morte del poeta (Seniles, XV, 7). "L'ideale di un codice di piccolo formato -traduciamo dalla fonte citata- , facilmente trasportabile e che si potesse consultare con una sola mano era una aspirazione già sentita da lontano (Ne aveva già parlato Marziale negli Epigrammi, Libro I, 2). Petrarca lo convertì in realtà in alcuni dei suoi magnifici autografi, quali il Bucolicum carmen del 1357 (Vat. Lat. 3358) o il trattato De suis ipsius et multorum ignorantia (Berl. Hamilton 493), versione realizzata circa una decade più tardi. Il manoscritto della BNE misura 115 x 75 mm. L'esemplare fu confezionato con una pergamena di grande qualità. Il testo è un esempio perfetto dello stile di scrittura chiamato "umanistica rotonda", varietà i cui antecedenti morfologici sono da reperirsi in relazione con gli intenti dello stesso Petrarca, volti a trovare una soluzione grafica che si accordasse con il suo ideale estetico. Il programma iconografico consta di sette miniature a pagina intera. Annarosa Garzelli ne attribuisce la paternità a un artista fiorentino, Ser Riccardo di Nanni, per la somiglianza stilistica con il resto della sua produzione."

Vedi anche:
- la pagina della mostra virtuale citata; da qui è possibile scaricare un pdf con tutte le illustrazioni dell'applicazione Apple citata;
- il post del blog "El mundo de los sueños", con una bellissima serie di fotografie;
- la scheda di Ultreya, editore di facsimili.

Nessun commento: