mercoledì 10 agosto 2011

Tasso e la musica: il "Combattimento di Tancredi e di Clorinda"

... diedi di piglio al divin Tasso, come poeta che esprime con ogni proprietà, et naturalezza con le sue orationi quelle passioni, che tende a voler descrivere. (C. Monteverdi, prefazione all'Ottavo Libro di Madrigali)



Anche i testi poetici di Torquato Tasso, come quelli di Petrarca [di cui ci siamo occupati in precedenza], vennero ampiamente utilizzati dai musicisti come punto di partenza per le proprie composizioni. Il caso forse più noto, e da cui partiremo per un excursus in cui sfrutteremo alcuni materiali video e audio presenti online, è quello del celeberrimo Combattimento di Tancredi e di Clorinda di Claudio Monteverdi, un "madrigale rappresentativo" contenuto nell'Ottavo Libro dei Madrigali Guerrieri et Amorosi (1638).

Il musicista si rifece alle ottave 52-62, 64-68 del canto XII della Gerusalemme liberata. Leggi il testo.

Online ci sono molte versioni [che lasciamo a una ricerca personale]; proponiamo quella del complesso Les Arts Florissants, diretto da William Christie, trasmessa dal canale franco-tedesco "Arte" [e dunque con sottotitoli in francese], poiché ambientata nel palazzo Mocenigo, dove nel 1624 si tenne appunto la prima esecuzione, e in altri luoghi veneziani.

Prima parte:



Seconda parte:



Un'ottima "analisi al microscopio" al blog Contrappunti critici, curato dal musicologo Mauro Ghilardini. Lo studioso propone anche un confronto tra due versioni [dirette da Pickett e Balestracci], con esempi presenti nella radio blog.

Nessun commento: