mercoledì 24 agosto 2011

Tasso e la musica: "Dolcemente dormiva la mia Clori"

Leggi i seguenti versi dalle Rime di Torquato Tasso [cfr. ed. della Letteratura italiana Einaudi, p. 400, n. 376, disponibile online - in formato pdf - al sito della Biblioteca della Letteratura Italiana]:

Dolcemente dormiva la mia Clori,
e 'ntorno al suo bel volto
givan scherzando i pargoletti Amori.
Mirav’io, da me tolto,
con gran diletto lei,
quando dir mi sentii: «Stolto, che fai?
Tempo perduto non s’acquista mai».
Allor io mi chinai così pian piano,
e baciandole il viso
provai quanta dolcezza ha il paradiso.


Ascolta il madrigale di Claudio Mnteverdi, dal Secondo Libro [il curatore del canale You Tube non ha indicato gli esecutori]:

Nessun commento: