lunedì 1 agosto 2011

Il "petrarchismo musicale": "I' vo piangendo i miei passati tempi"

Leggi il testo del sonetto CCCLXV:

I' vo piangendo i miei passati tempi
i quai posi in amar cosa mortale,
senza levarmi a volo, abbiend'io l'ale,
per dar forse di me non bassi exempi.

Tu che vedi i miei mali indegni et empi,
Re del cielo invisibile immortale,
soccorri a l'alma disvïata et frale,
e 'l suo defecto di tua gratia adempi:

sì che, s'io vissi in guerra et in tempesta,
mora in pace et in porto; et se la stanza
fu vana, almen sia la partita honesta.

A quel poco di viver che m'avanza
et al morir, degni esser Tua man presta:
Tu sai ben che 'n altrui non ò speranza.


Ascolta il madrigale composto da Orlando di Lasso (1532-1594) nell'esecuzione dell'Huelgas Ensemble diretto da Paul Van Nevel:

Nessun commento: