mercoledì 13 luglio 2011

Il "petrarchismo musicale": "Zephiro torna, e 'l bel tempo rimena"

Leggi il testo del sonetto CCCX.

Zephiro torna, e 'l bel tempo rimena,
e i fiori et l'erbe, sua dolce famiglia,
et garrir Progne et pianger Philomena,
et primavera candida et vermiglia.

Ridono i prati, e 'l ciel si rasserena;
Giove s'allegra di mirar sua figlia;
l'aria et l'acqua et la terra è d'amor piena;
ogni animal d'amar si riconsiglia.

Ma per me, lasso, tornano i più gravi
sospiri, che del cor profondo tragge
quella ch'al ciel se ne portò le chiavi;

et cantar augelletti, et fiorir piagge,
e 'n belle donne honeste atti soavi
sono un deserto, et fere aspre et selvagge.


Ascolta il madrigale a cinque voci di Claudio Monteverdi, dal VI libro dei Madrigali 1614, eseguito da La Venexiana:



Un'altra interpretazione, diretta da Rinaldo Alessandrini:



---

N.B. Monteverdi musicò un altro componimento poetico dal medesimo incipit, Zefiro torna, il cui testo non è di Petrarca ma di Ottavio Rinuccini. Si tratta di una ciaccona a due voci, inserita negli Scherzi musicali [1632].

Zefiro torna, e di soavi accenti *
l'aer fa grato e 'l pié discioglie a l'onde
e, mormorando tra le verdi fronde,
fa danzar al bel suon su'l prato i fiori.

Inghirlandato il crin Fillide e Clori
note temprando lor care e gioconde;
e da monti e da valli ime e profonde
raddoppian l'armonia gli antri canori.

Sorge più vaga in ciel l'aurora, e 'l sole,
sparge più luci d'or; più puro argento
fregia di Teti il bel ceruleo manto.

Sol io, per selve abbandonate e sole,
l'ardor di due begli occhi e 'l mio tormento,
come vuol mia ventura, hor piango, hor canto.


[* "odori" nel primo dei tre esempi]

Online ne esistono moltissime esecuzioni:

1. Il Complesso Barocco dir. Alan Curtis:



2. Mark Padmore e Jean-Paul Fouchécourt, Les Arts Florissants dir. William Christie:



3. Nuria Rial e Philippe Jaroussky, L'Arpeggiata dir. Christina Pluhar:



A p. 288-289 della monografia su Monteverdi, Paolo Fabbri confronta e commenta i due testi poetici e i corrispettivi testi musicali.

---

Il sonetto 310 venne musicato anche da Luca Marenzio [1585] e Mario Castelnuovo-Tedesco (Op. 74a n. 1) [1934]

Nessun commento: