giovedì 2 settembre 2010

"La Vera Relazione sulla Vita e i Fatti di Giovanni Pico Conte della Mirandola" di Giulio Busi


Dal sito del Festival della Letteratura di Mantova:

"La Vera Relazione sulla Vita e i Fatti di Giovanni Pico Conte della Mirandola di Giulio Busi (Nino Aragno Editore) non è un saggio e non è un romanzo, o meglio è un saggio raccontato come un romanzo. Vuole condurre al piacere di leggere la storia, quella vera, con fatti e documenti, proiettandola nella vivezza di faccenda quotidiana e attuale.
Tra gli episodi più movimentati, spicca il fallito rapimento della bellissima Margherita, amante di Pico e moglie di Giovanni di Mariotto, un gabelliere povero, ma rampollo di un ramo minore della famiglia Medici. Il fatto ebbe luogo il 10 maggio del 1486, quando il Conte andò ad Arezzo, dove si trovava la sua amante, la fece salire in groppa al cavallo di Cristoforo, il suo segretario e complice, e partì al galoppo verso Roma. La romantica fuga ebbe una conseguenza ovvia e immediata: il marito di Margherita raccolse circa duecento armati e si lanciò all’inseguimento di Pico. Nella mischia che ne seguì, diciotto uomini della scorta del Conte restarono uccisi, Pico stesso fu preso prigioniero per qualche giorno e la bella rapita fu riportata a casa. L’episodio fece grande scalpore e lasciò un segno indelebile sulla reputazione del Conte della Mirandola."

E' possibile leggere uno stralcio del libro di Busi sul sito citato.

Nessun commento: