sabato 10 aprile 2010

L'atteggiamento degli Italiani rispetto alla nazione


All'interno del sito La Storia in Piazza -la manifestazione che si terra' a Genova dal 15 al 18 aprile 2010, e in cui storici, attori, registi, scrittori provenienti da tutta Europa e dagli Stati Uniti parleranno di nazioni, identità, nazionalismi, patrie, democrazia e costituzioni- e' reperibile un report sull'atteggiamento degli Italiani rispetto alla nazione, curato da ISPO (Istituto per gli Studi sulla Pubblica Opinione).

La ricerca "si propone di studiare gli atteggiamenti degli italiani verso lo “Stato”. In particolare si vuole individuare se e com’e’ cambiata nel tempo l’identità nel Paese, se vi sono più localismi o al contrario si sta diffondendo l’idea europeista. Si è orgogliosi di essere italiani? O ci si vergogna? E se si’ di che cosa? Per rispondere a questi obiettivi è stata effettuata un’ampia ricerca interrogando un campione di 800 casi rappresentativo degli elettori italiani, estratto con criteri statisticamente rigorosi in modo tale da consentire una successiva analisi dei risultati in relazione alle principali caratteristiche strutturali della popolazione, nonché alla collocazione politica degli intervistati."

Le domande poste al campione sono state:
- Lei in che misura si sente cittadino del comune in cui vive, della provincia in cui vive, della regione in cui vive, dell’Italia, dell’Europa? Lei si sente cittadino…
- Tra tutte queste cose, cittadino del comune, della provincia, della regione in cui vive, cittadino italiano, cittadino europeo, lei cosa si sente di piu'? Cittadino...
- Le leggerò delle affermazioni che alcuni intervistati prima di lei ci hanno riferito. Mi dica per ciascuna in che misura le condivide
* Quando penso allo Stato Italiano…
+ mi viene un sentimento di orgoglio, di appartenenza
+ lo percepisco come una cosa lontana da me, che non mi riguarda
+ mi vergogno di farme parte
- C’è qualcosa che trova imbarazzante nell’essere italiano?

Prova a rispondere anche tu e poi confronta le tue opinioni con le tabelle del report.
Discuti con i compagni le risposte del campione.

Nessun commento: