giovedì 5 novembre 2009

Luoghi manzoniani


* Casa del Manzoni a Milano
* Civico Museo Manzoniano di Lecco: occupa la casa paterna, dove Alessandro Manzoni trascorse l'infanzia, l'adolescenza e la prima giovinezza. In una sala e' esposta l'editio princeps dei Promessi Sposi, pubblicata nel 1840 con le illustrazioni di Francesco Gonin
* Villa di Brusuglio, frazione di Cormano: dopo la morte di Carlo Imbonati passo' alla compagna Giulia Beccaria, madre di Alessandro
* Palazzo Beccaria, Milano: e' la casa del nonno paterno

Molti luoghi citati da Manzoni nel romanzo si trovano vicino a Lecco: a 10 minuti da Villa Manzoni al Caleotto [un quartiere della citta' lombarda], sede del museo citato, si trova la chiesa dell' ex Convento di Pescarenico, detto anche Convento di fra' Cristoforo, dietro il quale si staglia il monte Resegone. Nella piazza, dedicata proprio al cappuccino, è visibile un Ossario con i resti dei frati francescani morti di peste. Poco distante, proprio sulla riva dell'Adda, sorge il pittoresco Villaggio dei Pescatori, identificabile con Pescarenico. Presso la foce del torrente Bione è visibile una targa, posta in memoria della notte in cui Renzo e Lucia dovettero fuggire dal loro paese natio. Ad Acquate, nella zona alta della città di Lecco, si può ammirare la chiesa di Don Abbondio. Poco distante c'è ancora la cappelletta-tabernacolo, situata lungo la stradicciola che Don Abbondio stava percorrendo quando venne fermato dai bravi di Don Rodrigo che gli intimarono di non celebrare il matrimonio tra Renzo e Lucia. Da li' e' ben visibile il palazzotto di Don Rodrigo con sullo sfondo il monte San Martino. Ad Olate c'e' la presunta casa di Lucia Mondella, individuata dagli studiosi manzoniani.

* video a cura del Centro di Cultura dell'Un. Cattolica, gruppo di op. di Alessandria

Nessun commento: