lunedì 2 novembre 2009

Le tre redazioni del romanzo di A. Manzoni


Inquadriamo il problema. Dal sito "ICoN" trascriviamo:
"1821: Il 24 aprile inizia la stesura del romanzo Fermo e Lucia (titolo originario dei Promessi sposi).
1823: il 17 settembre Manzoni porta a termine il romanzo Fermo e Lucia.
1827: il 15 giugno esce in tre tomi a Milano, per i tipi di Vincenzo Ferrario, la prima edizione dei Promessi sposi (la Ventisettana).
1840: in novembre escono, a spese dell'autore, per i tipi milanesi di Guglielmini e Redaelli, le prime sei dispense della seconda e definitiva edizione dei Promessi sposi (la Quarantana), con illustrazioni xilografiche disegnate dal torinese Francesco Gonin e da altri. Le quattrocento vignette sono tutte scrupolosamente programmate da Manzoni, per quanto riguarda la scelta del tema da illustrare, il taglio, la sceneggiatura, la successione delle immagini.
1842: in novembre si conclude, con l'uscita delle ultime dispense (per un totale di 180) la stampa della Quarantana, che reca in appendice la Storia della colonna infame. L'esito finanziario dell'edizione, tirata in diecimila esemplari, che ha comportato per l'autore un investimento di circa centomila lire, è disastroso: gli splendidi volumi, messi in vendita a venti lire per copia, di contro al prezzo corrente di due o tre lire delle ristampe non autorizzate della Ventisettana, restano in buona parte invenduti nella casa di via del Morone. "

Oltre alle versioni digitali moderne delle redazioni del romanzo:
* Fermo e Lucia,
* I promessi sposi [1827],
* I promessi sposi [1840],

online sono consultabili alcune edizioni ottocentesche:
* "ventisettana": tomo 1, tomo 2 e tomo 3 [Braidense, Progetto Di.Re., ed. digitale a cura di Guido Mura]
* "quarantana" con illustrazioni di Gonin

Nessun commento: