venerdì 6 novembre 2009

Manzoni e Cremona


Come noto, il personaggio di Fra Cristoforo adombrerebbe un cremonese: Lodovico Picenardi. Nel Fermo e Lucia, infatti, lo scrittore avrebbe specificato l'origine cremonese del cappuccino ["Il Padre Cristoforo da Cremona era un uomo di circa sessant'anni"], indicazione che avrebbe in seguito sostituito con tre asterischi ["Il padre Cristoforo da *** era un uomo più vicino ai sessanta che ai cinquant'anni"].

* Leggi l'articolo di Cesare Castellani ["Il Vascello"], che documenta quanto accadra' alla casa in cui Picenardi si sarebbe rifugiato dopo il delitto che lo avrebbe poi portato al pentimento, alla conversione e alla monacazione. Si tratta di un ennesimo caso in cui il passato storico [poco importa che sia la tradizione popolare piu' che documenti inappellabili a fare da sostegno alla memoria collettiva] viene calpestato in nome di interessi meramente materiali.

Nessun commento: