lunedì 16 febbraio 2009

Letteratura della migrazione. Un primo approccio

"Sono molti/e, ormai, in Italia gli scrittori e le scrittrici che provengono da altri paesi, o figli/e di migranti, le cui scritture vanno ad arricchire la letteratura in lingua italiana. Storie di testimonianza, racconti, romanzi di finzione; narrazioni, alcune, in cui confluiscono le esperienze di migrazione, altre che portano l’eco dei loro paesi d’origine, altre, ancora, di pura invenzione. Non vogliamo chiamarli scrittori/scrittrici migranti, perché spesso sono loro a contestare questa definizione che rischia di relegare le loro produzioni ai margini della letteratura. Scrittori e scrittrici, invece, le cui scritture contribuiscono ad innovare la lingua e i contenuti di una letteratura, spezzandone dall’interno la monoliticità." Cosi' il sito "Storie migranti" presenta la sezione "Scritture migranti", in cui vengono riportati alcuni link dei siti -individuali o collettivi- di autori e in cui sono segnalati alcuni racconti che si trovano in rete. Tali link possono costituire un primo approccio alla tematica.

L'associazione Eks&Tra [il cui nome indica la provenienza da altri paesi: Eks=ex, e l'arrivo Tra noi, mentre la congiunzione & assomma in sé le difficoltà e insieme la grande ricchezza dell'incontro] ha organizzato, in collaborazione con la Provincia di Bologna, il convegno “Scrivere la migrazione. Presentazione dei volumi vincitori del concorso Eks&Tra per scrittori migranti”, che si è tenuto nel 2006 presso il Dipartimento di Italianistica dell'Università di Bologna.
Il premio Eks&Tra è nato nel 1995 a Rimini e si è trasferito a Mantova nel 1999, grazie all'interessamento del Centro di Educazione Interculturale della Provincia di Mantova.
Negli anni di vita del concorso, l'associazione ha raccolto più di mille e ottocento scritti di migranti, che costituiscono il primo archivio in Italia della memoria della letteratura della migrazione, disponibile on line.
Dal 2000 viene organizzato un Forum internazionale sulla letteratura della migrazione, che rientra nel programma di formazione dei mediatori culturali e degli insegnanti. Le relazioni presenti online forniscono utili informazioni e spunti di riflessione.
L'associazione pubblica libri e una rivista.

LettERRANZA "e' un sito interamente dedicato alla produzione letteraria degli immigrati espressa in lingua italiana. Vi troverete le schede bio-bibliografiche di ogni autore, la scheda tecnica e le recensioni di ogni opera registrata e altri documenti: interviste, foto, documenti sonori..."

El Ghibli e' una rivista online di letteratura della migrazione, diretta da Pap Khouma.

Voci dal silenzio "nasce da alcune esperienze di lavoro sull'immigrazione realizzate nell'ambito della scuola e del volontariato da alcuni collaboratori del CIES di Ferrara.
L'obiettivo è quello di dar voce, attraverso la scrittura e la letteratura, a persone, donne e uomini, spesso confinate nell'anonimato."
Con la loro iniziativa i curatori vogliono fare uscire queste voci dal silenzio, perché sono "fortemente persuasi che l'integrazione tra espressioni culturali diverse possa realizzarsi anche attraverso il dialogo e il confronto. La scrittura, che è un potente veicolo di messaggi, può aiutare a sviluppare questo confronto, creando momenti di conoscenza reciproca e, perché no, di solidarietà e di mutuo arricchimento culturale.
Il sito contiene due pagine dedicate rispettivamente alla letteratura dell'immigrazione e alla letteratura sull'immigrazione, con le relative indicazioni bibliografiche, una sezione di interviste a scrittori migranti ed una finestra sulle culture della migrazione.
Sono pubblicati, inoltre, racconti e poesie di immigrati, anche di coloro che scrivono per la prima volta."
Vi sono anche una sezione dedicata alla scuola, con tesi e progetti realizzati in ambito didattico-educativo, e una serie di link utili.
Non mancano materiali collegati ai 7 convegni nazionali finora organizzati.

Nessun commento: