domenica 4 gennaio 2009

Galileo in rete


Molto ricca, con link alle opere in versione digitale [Wikisource], e -come consueto- a personaggi, luoghi e dati citati, e' la voce dell'enciclopedia Wikipedia, identificata come una delle migliori voci prodotte dalla comunita' di volontari che redigono i testi. Voci correlate, altrettanto eccellenti, sono le seguenti: processo a G. G. , Sentenza di condanna e Abiura [Wikisource], "E pur si muove!".

La Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, presso cui si conserva il Fondo Galileiano, ossia quasi tutti gli autografi di Galileo esistenti e molte opere a stampa sue e dei protagonisti della tenzone scientifica intorno alla figura dello scienziato pisano, organizza dal 5 dicembre 2008 al 28 febbraio 2009 la mostra Galileo e l’universo dei suoi libri.
La straordinaria versione digitale dell'esposizione, oltre alle consuete sezioni sulla vita e sulle opere, permette di "sfogliare" sia i testi autografi e le prime edizioni a stampa sia i testi posseduti dallo scienziato.
La produzione di Galileo e' presente in maniera pressoché completa, anche con più esemplari delle stesse edizioni, che si aggiungono alle redazioni manoscritte.
Pertanto, e' possibile consultare: l' edizione del Sidereus Nuncius (1610), l' edizione del Saggiatore (1623); l' edizione del Dialogo sopra i due massimi sistemi del mondo, tolemaico e copernicano (1632), l' autografo del Sidereus Nuncius.
I volumi della biblioteca di Galileo sono suddivisi in: opere scientifiche [tra cui testi di Tommaso Campanella, Niccolo' Copernico, Tycho Brahe, Johannes Kepler, Orazio Grassi e Benedetto Castelli], opere letterarie [tra cui un'edizione cinquecentesca delle Rime di Petrarca, con annotazioni autografe dello stesso scienziato] e musicali [tra le quali due testi del padre Vincenzo: il Dialogo di Vincentio Galilei della musica antica e della moderna (1581) e Fronimo. Dialogo di Vincentio Galilei sopra l'arte del bene intavolare et nettamente sonare la musica (1584)] .
Vi e' anche una sezione dedicata ai rapporti tra Galileo e l'Accademia della Crusca.

L'Istituto e Museo di Storia della Scienza propone un Portale Galileo con 9 sezioni: Biografia, Galleria immagini, Opere, Bibliografia, Strumenti, Itinerari, Galilæana, Conoscere Galileo, Galileo//tech.

Data l'importanza della posizione della Chiesa romano-cattolica nelle vicende dello scienziato, molto utile e' la consultazione della voce dedicata a Galileo dal Portale di Documentazione Interdisciplinare di Scienza e Fede con rimandi diretti a encicliche e famosi discorsi del pontefice Giovanni Paolo II (1983, 1992). [La voce e' di William A. Wallace]

Il volume I documenti del processo di Galileo Galilei, a cura di Sergio Pagano (collaborazione di Antonio G. Luciani), 1984, e' scaricabile gratuitamente dall'Archivio Segreto Apostolico Vaticano.

Tra i molti siti in inglese, segnaliamo The Galileo Project, curato dalla Rice University, almeno per la sezione dei ritratti di Galileo; di altri scienziati solitamente collegati al Nostro, come Copernico o Keplero; di altre figure come il cardinal Bellarmino, Urbano VIII o Cristina di Lorena. Interessanti, da un punto di vista didattico, i progetti degli studenti.

Una piu' ricca iconografia galileiana e' presente al sito "Il laboratorio di Galileo Galilei" a cura di Roberto Vergara Caffarelli.

Sebbene esulino dai campi a cui questo blog e' dedicato, segnaliamo agli studenti interessanti pagine, con bellissimi filmati, sul cannocchiale, sul compasso, sul microscopio, sull' astrolabio.

Nessun commento: