mercoledì 24 dicembre 2008

Petrarca e la musica

Moltissimi artisti si sono ispirati ai testi di Petrarca per comporre madrigali e altri componimenti musicali, come si puo' facilmente desumere da un ricco database e dall'archivio digitale "Petrarca in musica".

Nonostante siano molti i CD dedicati alle musiche rinascimentali tratte da testi petrarcheschi [esempio 1 e 2], purtroppo, online non sono presenti molte tracce audio [e' possibile ascoltare delle esecuzioni elettroniche di partiture a scarsa diffusione].

Leggi l'articolo Petrarca, un cantautore ante litteram che si occupa di due esempi monteverdiani: "Zephiro torna, e 'l bel tempo rimena"/sonetto CCCX [VI libro dei madrigali] - {audio} e "Vago augelletto che cantando vai"/sonetto CCCLIII [VIII libro dei madrigali].

Ferenc [Franz] Liszt pubblico' nel 1846 tre canzoni per tenore su altrettante poesie petrarchesche: LXI "Benedetto sia 'l giorno, e 'l mese, et l'anno" {audio 1, 2}, CXXXIV "Pace non trovo, et non o da far guerra {audio} , CLVI "I' Vidi in terra angelici costumi" {audio}.

Lo stesso compositore ungherese musico' tre versioni per pianoforte solo; ascolta il sonetto 47 nell'esecuzione di Alfred Brendel e Boris Berezovsky; il sonetto 104 in quella di Vladimir Horowitz e Jorge Bolet; il sonetto 123 in quella di Giampaolo Stuani.

I tre lieder che Franz Schubert musico' a partire dai sonetti XXXIV, XXXV e CLXIV {nella traduzione tedesca di Johann Diederich Gries a August Wilhelm von Schlegel} si possono ascoltare nella versione con Graham Johnson al piano e voce del baritono Matthias Görne: D 628, D 629 e D 630.

Un volume per esperti.

Nessun commento: